L'Istituto

Il passato e il presente

Gli Istituti Tecnici Statali Aldo Gastaldi e Giuseppe Cesare Abba di Genova hanno una lunga storia: nati rispettivamente negli anni '50 come Istituto Tecnico per Chimici e negli anni '20 come Istituto Tecnico Commerciale, hanno ampliato negli anni l’offerta formativa con altri indirizzi di studio.
Dall'anno scolastico 2009 - 2010 sono unificati in seguito al ridimensionamento degli istituti scolastici richiesto dalla legge.
L'Istituto di Istruzione Superiore Gastaldi – Abba offre nel suo insieme i seguenti percorsi scolastici nelle due sedi di Via D.Col e di Via Teglia.

Corsi curriculari attivati in istituto

Nuovo ordinamento

  • Primo biennio del Nuovo Ordinamento
  • Amministrazione finanza e marketing - Relazioni Internazionali Marketing (era corso Ragionieri)
    Secondo biennio Nuovo Ordinamento
  • Chimica e materiali  e biotecnologie, articolazione  Chimica e materiali
    Chimica e materiali e biotecnologie, articolazione Biotecnologie ambientali
    Chimica e materiali e biotecnologie, articolazione Biotecnologie sanitarie
    Secondo biennio Nuovo Ordinamento (era corso Chimici)
  • Costruzioni ambiente e territorio (era corso Geometri)
    Secondo biennio Nuovo Ordinamento
  • Informatica e Telecom. articolazione Telecom
    Informatica e Telecom. articolazione Informatica (era corso Informatici)

    Secondo biennio Nuovo Ordinamento
  • Elettrotecnica ed Elettronica, articolazione Elettronica
    Secondo biennio Nuovo Ordinamento

 

L'Istituto, nelle sue due sedi, è dotato di rilevanti risorse strutturali, strumentali e culturali, atte a dare risposta alla richiesta formativa di diversi settori del sistema produttivo e dei servizi presenti sul territorio.
Alcune gallerie fotografiche mostrano attività realizzate e risorse disponibili in Istituto.

Il futuro prossimo

La nostra città ha vissuto negli anni passati un forte processo di ridimensionamento della grande industria tradizionale che, insieme alle attività portuali, costituiva da oltre un secolo la colonna portante della struttura produttiva e la maggior risorsa occupazionale del comprensorio genovese.

La crisi ha coinvolto negativamente l'immagine degli studi di indirizzo tecnico ed ha prodotto in questi ultimi anni un calo del numero dei diplomati.

Tuttavia la presenza industriale nella città è rimasta consistente ed è cresciuta in nuovi settori. Inoltre ormai da tempo, si è sviluppato un tessuto di piccole e medie imprese impegnate prevalentemente in settori avanzati. Tutto ciò fa sì che i diplomati tecnici abbiano oggi buone prospettive di impiego.

L'impegno dell'istituto è quello di rispondere alla richiesta di tecnici che proviene dal territorio sia in termini quantitativi, migliorando il tasso di successo scolastico degli allievi, sia in termini qualitativi mantenendo elevato il livello degli studi e fornendo agli allievi periti industriali, geometri e ragionieri una formazione quanto più possibile completa e aggiornata.

I contenuti didattici e le dotazioni strumentali sono stati adeguati in modo da tener conto dello sviluppo delle tecnologie produttive e di quelle del trattamento delle informazioni.